Quattro appuntamenti su «Don Tonino, testimone della fede»

manifesto-don-tonino-defIl 20 aprile è una data che per tantissima gente si aggiunge a quelle indimenticabili della propria vita e della propria famiglia. Ancor di più quest’anno che ricorrono i venti anni daldies natalis di don Tonino Bello.
Una ricorrenza già ampiamente introdotta nei mesi scorsi da numerosi eventi in diocesi e ben oltre, fino ad Alessano: manifestazioni culturali di diverso genere, svariati articoli giornalistici – non mancano i parallelismi con Papa Francesco – riedizione di scritti di Mons. Bello o pubblicazione di studi. Di particolare rilievo, il mediometraggio prodotto da Pax Christi e Mosaico di Pace, per la regia di Edoardo Winspeare. E altri ancora saranno gli appuntamenti che seguiranno la data. Intanto il processo va proseguendo il suo iter diocesano.

Dopo i pellegrinaggi delle diocesi di Ugento e Molfetta, la nostra chiesa locale propone quattro appuntamenti, tra il 19 e il 21 aprile, avendo come tema ispiratore, ‘Don Tonino, testimone della fede’, con il chiaro obiettivo di mettere in luce come la vita di Mons. Bello sia stata una testimonianza vivente e straordinariamente efficace di fede da proporre in questo anno della fede.

Si comincia venerdì 19 aprile 2013, ore 17 all’auditorium Regina Pacis, con la presentazione del sito www.conoscidontonino.it che documenta i progetti didattici svolti da tutte le scuole della diocesi, su input dell’Ufficio Comunicazioni sociali e Pastorale scolastica. Svariati materiali digitali che attestano il prezioso lavoro di conoscenza biografica e di approfondimento sull’episcopato di Mons. Bello. Agli interventi dei direttori degli uffici, Luigi Sparapano e don Pasquale Rubini e del vicepostulatore don Mimmo Amato, seguirà la consegna degli attestati di partecipazione da parte del Vescovo Mons. Luigi Martella, alle scuole partecipanti, rappresentate dal Dirigente scolastico, dal Docente referente e da una rappresentanza di alunni e studenti.

Stessa serata e luogo, alle 19,30, si svolgerà il convegno diocesano sul tema, con la relazione autorevolissima di padre Bartolomeo Sorge, gesuita, già direttore de La Civiltà Cattolica e di Aggiornamenti sociali. Una relazione attesa perchè fatta da un’illustre teologo e politologo di fama internazionale.

Anche la serata di sabato 20 aprile sarà scandita da due appuntamenti: alle ore 17 il Vescovo Mons. Martella inaugurerà presso il museo diocesano, la mostra sull’Episcopato di Mons. Antonio Bello. Saranno esposti alcuni oggetti personali di don Tonino, quali la mitria, la croce pettorale, altri oggetti personali, oltre a manoscritti, foto d’epoca e alcuni numeri di Luce e Vita; saranno presenti anche i 20 roll up della mostra didattica realizzata per questo anniversario.

La celebrazione eucaristica, alle ore 19 nella Cattedrale di Molfetta, sarà presieduta da S.E. Mons. Vincenzo Paglia, Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia e Membro del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione. Mons. Paglia è stato assistente ecclesiastico generale della Comunità di Sant’Egidio, che segue sin dalla sua istituzione, ed ha ricoperto numerosi incarichi ecclesiali di rilievo internazionale.

Il programma celebrativo si conclude domenica 21 aprile, ore 20 presso la parrocchia Madonna della Pace, con un evento culturale di grande spessore: Una croce con le ali. Don Tonino Bello: il segno e la profezia, Azione drammaturgica in dieci quadri, a cura di Antonietta Cozzoli ed Emilia de Ceglia, che ha coinvolto decine di giovani provenienti dalle parrocchie della diocesi, ‘chiamati alle arti’ e guidati da esperti nei diversi settori della drammaturgia, per riproporre alcuni testi di don Tonino in dieci quadri scenici incentrati su altrettante tematiche forti del suo appassionato apostolato.

Accompagna questo anniversario un ulteriore numero di ‘Audiant et laetentur’ il periodico a cura della Postulazione, che riporta le recenti omelie di Mons. Martella e Mons. Angiuli in occasione dei pellegrinaggi delle rispettive diocesi, una nota del vicepostulatore mons. Amato sul ventennio trascorso e alcune altre notizie.
Sperimentiamo, infine, la possibilità di trasmettere in streaming sul sito della diocesiwww.diocesimolfetta.it gli appuntamenti di cui sopra, per offrire la possibilità anche ai lontani di seguirli. Potrà sembrare poco o tanto quanto messo in cantiere. Resta il fatto che la più vera celebrazione è quella che ciascuno compie nella traduzione in vita della testimonianza di fede che don Tonino ci ha lasciato. Ogni evento infatti, è in funzione di questo.

Luigi Sparapano (direttore UCS)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *