Inizio della Causa di Canonizzazione, il cerimoniale e l’iter

cattedrale-di-molfetta

Dopo la celebrazione della S. Messa presieduta da Mons. Angelo Amato,  che avrà inizio alle ore 18.30 in Cattedrale il prossimo 30 aprile 2010, la cerimonia di insediamento del Tribunale prevede i seguenti momenti.

1)    Invocazione allo Spirito Santo.
2)    Il Postulatore mons. Agostino Superbo dà lettura del libello di istanza.
3)    Il Vice-Cancelliere dà lettura del mandato e del decreto di nomina del Tribunale.
4)    Il Vescovo mons. Martella chiede ai membri del Tribunale se accettano l’incarico.
5)    Segue il giuramento del Vescovo e dei membri del Tribunale.
6)    Il Vescovo, mons. Martella, invita il Postulatore a consegnare la lista dei testimoni che saranno ascoltati nelle sessioni successive.
7)    Il Vescovo la esamina la passa al Delegato e al Promotore di Giustizia.
8)    Il Postulatore e i vice-Postulatori prestano il giuramento.
9)    Il Vice-cancelliere procede alla lettura del verbale, che viene sottoscritto.
10)  Il Vescovo mons. Martella conclude ringraziando tutti.

Il processo di canonizzazione prevede due fasi: quella diocesana e quella romana. Per il processo al Servo di Dio Antonio Bello si sta procedendo alla fase diocesana. Il Tribunale ecclesiastico che si insedia il 30 aprile è chiamato ad acquisire gli scritti editi, inediti e privati di don Tonino e ad ascoltare le deposizioni dei testimoni ammessi dal Tribunale stesso. Al termine di questa fase, con la cerimonia di chiusura della fase diocesana, tutto il materiale raccolto potrà essere inviato alla Congregazione dei Santi per la fase romana. Per approfondimenti leggi la Sanctorum Mater, L’istruzione per lo svolgimento delle inchieste diocesane nelle cause dei Santi.

Luigi Sparapano (direttore UCS)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *