“El ojo de los demàs”, pièce teatrale a Molfetta il 2 settembre

«Amate i poveri. Amate i poveri perché è da loro che viene la salvezza, ma amate anche la povertà»: con queste parole, dette nella cattedrale di Molfetta, il vescovo Tonino Bello salutava la sua comunità pastorale il giovedì santo del 1993. Queste parole di commiato, ma anche di insegnamento e testamento spirituale tornano redivive e più che mai attuali nella narrazione-documento “EL OJO DE LOS DEMÁS”, atto di omaggio alla “primavera dello spirito” instaurata dall’indimenticato e indimenticabile don Tonino alle soglie di una sempre più vicina canonizzazione.

Torna così sulle scene, presso l’Anfiteatro di Ponente, in data 02/09/2014, alle ore 20.00, patrocinata dall’Associazione di volontariato per la pubblica assistenza SERMOLFETTA, la pièce teatrale “EL OJO DE LOS DEMÁS”, cesellamento di quadri di vita e di testimonianza, incastonati di gesti di autentica umanità propri di don Tonino, così semplici, ma anche così forti, da commuovere ed incoraggiare all’amore e alla speranza, dedicati all’uomo, profugo, emarginato, solo, che non conta nulla, ieri come oggi come sempre.

Interpreti della narrazione, Mimmo Amato e Tania Adesso, coadiuvati e supportati da Antonella Amato, curatrice dei sottofondi musicali, e dal fonico Lucio de Palma. Ai quadri narrativi si intervalleranno la voce e la tastiera di Felice Spaccavento, il violino di Francesca Faleo, le coreografie di danza curate da Anna Mezzina e realizzate dagli allievi della scuola “Danzarte” di Terlizzi.  La pièce è ideata e curata da Mimmo Amato.

Visi e cuori, sguardi ed emozioni, tutti insieme per ricordare don Tonino: tutti insieme alla sua scuola, di pace, di speranza, di accoglienza, perché ieri come oggi non manchino “testimoni di vita, profeti della speranza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *